Share

Mediateca 3.0

Mediateca 3.0

dettagli del progetto

 

 

Cliente : Comune di Recanati

Luogo : Recanati

Stato : inizio lavori, luglio 2108

Mediateca 3.0

L’ idea che il progetto vuole comunicare è quella di uno spazio fisico articolato ma organico, aperto alla fruizione in tutte le sue parti e facilmente  “leggibile”.

Già dallo scalone di accesso saremo in grado di percepire gli spazi attraverso una grande vetrata ed invitati ad entrare con la consapevolezza che all’ interno saremo in grado di muoverci in maniera fluida senza alcuna limitazione.

La distribuzione degli spazi, l’ uso di materiali con colorazioni e superfici “calde” e l’ illuminazione, avranno la specifica funzione di creare un  ambiente accogliente, in grado di trasmettere benessere e familiarità.

La percezione di ambienti luminosi, pratici, funzionali e privi di barriere, deve diventare da subito lo stimolo per una condivisione di momenti ri-creativi nel rispetto reciproco e civile.

La gerarchia degli spazi è concepita per una fruizione graduale e per garantire al contempo rispetto reciproco tra le varie funzioni; è per questo motivo che lo spazio ipotizzato di maggiore afflusso, la sala conversazione/studio  è collocata in prossimità dell’ingresso e controllata direttamente dal personale della reception .

Dalla reception si accede inoltre alla Sala polifunzionale ed ai servizi igienici. Tale sala è uno spazio flessibile che può assumere diverse configurazioni grazie a dei setti scorrevoli che suddividono lo spazio rendendolo versatile per diversi usi: da sala corsi/conferenze per circa 70 posti, si può trasformare in laboratorio per diverse attività o sala espositiva per eventi temporanei.

  

Sul percorso che dall’area accoglienza porta verso il lato opposto della mediateca, sono collocate ulteriori funzioni: la saletta multimediale, la sala di ascolto, il laboratorio e l’ area bimbi.

La saletta multimediale è un volume all’ interno del grande spazio di transito, circondato da vetrate opache, che captano luce dai cavedi circostanti. Al suo interno delle gradonate configurano lo spazio come un piccolo anfiteatro; vi si possono svolgere delle lezioni per classi scolastiche ma anche piccole recite o sempliciemente la proiezione dei più svariati contenuti multimediali.

Oltrepassando il teatrino, si apre attraverso la vetrata sul corridoio la Sala di ascolto; dal suo interno troviamo disposte a semicerchio e in direzione del panorama mozzafiato, delle comodissime postazioni relax per l’ ascolto in cuffia di contenuti audio, che possono spaziare dalla Lirica alla musica contemporanea. Al visitatore basterà ritirare al desk_informazioni  il supporto  con i contenuti ed accomodarsi nella “silent-room”.

Le stanze che si aprono sul corridoio godono di una vista stimolante e sfruttano la luce naturale da nord-est; dopo la silent-room troviamo dunque un’area destinata a laboratorio  con annesso deposito. Qui la versatilità dello spazio ne garantisce un uso polivalente.

Al termine del percorso distributivo, nella parte più appartata, è stata volutamente pensata l’ aera destinata ai più piccoli. In questo spazio congeniato a misura di bambino, con accorgimenti tali da garantirne la sicurezza e il confort, sono stati pensati dei piccoli “nidi tecnologici” all’ interno  dei quali è possibile ascoltare musica e interagire con contenuti multimediali studiati ad hoc, mediante touchscreen.                                                                

L’ immagine unitaria del luogo è garantita da elementi caratterizzanti gli spazi; si privilegiano le trasparenze per leggere i due fronti dell’ edifico attraverso le diverse funzioni e l’ uso di finiture come il legno di rovere (pannelli nobilitati ignifughi) e pavimenti in moquette conferiscono agli ambienti eleganza, praticità e benessere.

Coerenza nell’ uso dei materiali e continuità visiva, creano uno stile unico e riconoscibile; altrettanto dovrà dirsi per la parte comunicativa e il marchio con cui identificarsi e comunicare con l’esterno.